Commenti

21/01/2017 | 18:17
carmine

sono nato nel 1958 inizio lavoro nel mese di novembre del 1974.fino a novembre del 1984.ditta metalmeccanico .dal 1985 al 1988 nel settore pulizie. dal 15 maggio del 1989 ad oggi lavoro come operatore socio sanitario .al pronto soccorso ospedale di milano pubblico su turni .mattina dalle 7 alle 14 .pomeriggio,dalle 14 alle 21 .notte dalle20 40 alle 7 30. quando posso andare in pensione .posso con la quota 41. grazie

23/01/2017 | 13:44
Robrto

Si è parlato finalmente dei precoci e degli usuranti con quota 41. Come viene calcolata la pensione? perché se è tutto a contributivo è una ulteriore beffa. Mi rivolgo agli esperti per una risposta in merito.

Grazie

20/11/2017 | 10:44
Monzio Compagnoni Giuseppe

sono nato nel 1964 ed ho cominciato a lavorare nel 1978, continuativamente fino ad oggi. A fronte di ristrutturazione aziendale, godrò della cassa integrazione straordinaria e poi della naspi. attualmente i 41 anni li raggiungo nel settembre del 2020, e qui dovrò aggiungere l’aspettativa di vita che scatterà nel 2019. Vi chiedo se potrò accedere alla pensione anticipata come precoce. Cordialmente

20/11/2017 | 19:51
Carmine

Ho 59,5 anni di età, 40 di contributi dei quali 3 di precoce e il resto nel settore vigilanza comparto trasporto valori, durante il quale ho subito due assalti da commando di rapinatori spietati e fortunatamente senza riportare gravi conseguenze. Voglio dire, ma, secondo voi, passati i 60 anni posso continuare a svolgere questo lavoro? Non voglio dilungarmi facendo polemiche lecite rivolgendomi a politici, pensionati d’oro e vitaliziati: pensate alla nostra categoria e onestamente fatemi sapere se siamo degni di un minimo di consideraziione, potendo usufruire dei lavoratori usuranti.
Grazie

Aggiungi un commento

  • Nome
  • E-mail
  • Commento